Ucciso “Dr Wail”, leader ISIS: la conferma dal Pentagono

drwailUn’altra eliminazione eccellente dopo quella del temuto Al-Adnani. Sembra essere andato a segno il raid aereo eseguito dalla coalizione internazionale a guida USA: a Raqqa è rimasto ucciso il “ministro dell’Informazione” dell’ISIS, Wail Adil Hasan Salman al-Fayad, noto anche come “Dr. Wail”.

A confermarlo è lo stesso Pentagono, che precisa come l’operazione sia stata compiuta lo scorso 7 settembre.

I vertici dell’ISIS in Siria continuano quindi a cadere sotto i colpi della coalizione internazionale. Secondo il portavoce della difesa Usa, Peter Cook, al-Fayad è uno dei leader più importanti dell’Isis: è stato lui ad occuparsi della “supervisione” della produzione di video che mostrano esecuzioni e torture, che tanto terrore hanno provocato in tutto il mondo, e della loro diffusione virale nel web.

Prosegue quindi la politica di eliminazione della “testa del mostro”. “L’eliminazione dei dirigenti dell’Isis indebolisce la sua capacità di conservare il suo territorio e la sua capacità di pianificare, finanziare e dirigere gli attacchi in Iraq, in Siria e nel resto del mondo”, ha spiegato Cook.

Ecco perchè l’offensiva su Raqqa, ultima vera roccaforte dello Stato Islamico, sembra ormai davvero imminente.

Il bersaglio principale della coalizione internazionale e degli Stati Uniti resta sempre Al-Baghdadi, come ha confermato recentemente anche la candidata democratica alla Casa Bianca, Hillary Clinton.