New York, esplode bomba in un cassonetto: 29 feriti. Di Blasio: “Atto intenzionale, no terrorismo”

A Manhattan, fra la 23ma strada e la 7ma, ieri un ordigno è esploso in un cassonetto ed ha ferito 29 persone. Almeno uno dei feriti sarebbe in gravi condizioni. L’esplosione è avvenuta nel quartiere di Chelsea alle 20:30 ora locale, le 2:30 in Italia. Inizialmente le notizie sull’esplosione sono state abbastanza frammentarie.

usaNei dintorni la polizia ha trovato anche una pentola a pressione, un potenziale secondo ordigno non esploso. Sul luogo della deflagrazione sono accorsi subito la polizia, i vigili del fuoco, l’autorità antiterrorismo e l’FBI. Subito dopo l’esplosione sono state chiuse alcune linee della metropolitana, gli autobus diretti nella zona sono stati dirottati altrove è l’intera zona interessata è stata messa in sicurezza, ed isolata dalla quinta all’ottava avenue. La polizia di New York segue la pista dell’attentato, e non dell’esplosione accidentale.

Tuttavia il sindaco Di Blasio ha per ora escluso un legame con il terrorismo, e soprattutto con la bimba esplosa ieri nel New Jersey e che non ha fatto vittime solo perché la corsa podistica che doveva tenersi in zona è stata ritardata. Il quartiere di Manhattan dove l’esplosione è avvenuta è uno dei già affollati di New York. Ciò nonostante la polizia non ha disposto l’evacuazione degli edifici. 

Mariagrazia Roversi