Germania: a Bautzen 80 neonazisti assaltano un centro accoglienza

NINTCHDBPICT000266897268Delle terrificanti immagini amatoriali giungono dalla Germania: ci troviamo a Bautzen (cittadina nei pressi di Dresda), dei rumori assordanti attirano il video amatore in balcone durante la notte e quello che vede ha dell’incredibile. Davanti ai suoi occhi si dipanano scene di guerriglia, un gruppo di neo nazisti sta distruggendo ed invadendo un centro d’accoglienza per immigrati dando vita ad uno spettacolo di violenza insensato che poggia le sue basi su un razzismo latente che sembrava sepolto dopo la sconfitta del nazismo nella seconda Guerra Mondiale.

Qualche mese fa enormi cortei chiedevano la chiusura delle frontiere e la testa della cancelliera Merkel, sembrava uno sfogo dovuto agli attentati che nei giorni precedenti avevano colpito il paese teutonico, frutto di paura ed ignoranza, fatto sta che tutti in Europa avevano sperato che la contestazione si fosse conclusa con quella richiesta pacifica di dimissioni. In realtà qualcosa covava da tempo all’interno della popolazione tedesca, nonostante la Germania sia forse l’unico paese dell’Unione Europea a non subire più di tanto la flessione economica di questo periodo e l’immigrazione sia uno dei motori della costante crescita industriale del paese, la presenza di comunità estranee alla popolazione tedesca desta non pochi fastidi.

Sono bastati due attentati, per altro compiuti da cittadini tedeschi di seconda generazione (non da immigrati o profughi) per sollevare questo latente malumore nei confronti degli immigrati. Magari si tratta di un episodio isolato, di un piccolo gruppo di facinorosi ma scene come quelle che ci riporta il videoamatore su ‘Youreporter‘ fanno gelare il sangue nelle vene.