Il passo della Bibbia sopravvissuto all’attentato alle Torri Gemelle

bibbia-torri-gemelleC’è una storia legata all’attentato alle Torri Gemelle che ha destato curiosità nei giorni affannosi in cui i soccorritori tentavano di salvare quante più vite possibili, e che è stata riproposta in questi giorni in seguito all’attentato che ha colpito Manhattan: durante gli scavi, un pompiere è stato attratto da un pezzo di acciaio insolito, fuso con il metallo, infatti, c’era una Bibbia aperta su un particolare passo (il Discorso della Montagna in cui Gesù parla di porgere l’altra guancia). Ad un primo sguardo si tratta si di una coincidenza, ma di nulla di particolare, tant’è che il pompiere ha consegnato il libro ad un giornalista che si trovava in zona senza farci troppo caso.

Il giornalista, Joel Meyerowitz, ha però notato una cosa che al pompiere era sfuggita, di quel passo erano rimasti visibili solo pochi versetti i quali affermano: “Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra“. In un momento come quello risultava quantomeno appropriato per un uomo di fede e Meyerowitz, scosso anch’esso dai recenti avvenimenti, lo ha preso come un segno per poi decidere che quella frase sarebbe stata perfetta per il museo della memoria a cui ha consegnato il reperto nel 2012.

Razionalmente ci troviamo di fronte ad un libro che in un momento successivo all’attacco terroristico si trovava nelle mani di un credente che si appellava a dio come ultimo atto in vita, ciò nonostante il fatto che le uniche frasi rimaste intatte siano quelle legate al perdono di un attacco subito rimane comunque singolare. Credenti o meno il messaggio, in un momento come questo, è appropriato: inutile lasciarsi andare a sentimenti di rivalsa, bisogna non cedere alla provocazione ed andare avanti.