Trump: “I terroristi feriti non vanno curati!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01

trump“I terroristi feriti non vanno curati”. Ad affermarlo – e chi poteva essere altrimenti – è il candidato repubblicano alla Presidenza degli Stati Uniti d’America, Donald Trump.

L’esternazione di Trump arriva dopo gli attentati di Manhattan, del New Jersey e del Minnesota, che sembrerebbero tutti collegati ad un’operazione di “terrorismo internazionale”, come sostenuto anche dal governatore Cuomo e dal sindaco della Grande Mela, Di Blasio.

Le forze dell’ordine sono riuscite ad arrestare Ahmad Khan Rahami, 28enne di origine afghana, indagato per il presunto coinvolgimento nelle esplosioni avvenute nella metropoli newyorkese e nel New Jersey. Secondo Trump, i terroristi rimasti feriti “non devono essere curati”. Non solo: per il tycoon “bisognerebbe sospendere anche il loro diritto di difesa”. 

Con queste affermazioni Trump dimostra di non voler tenere conto del quinto emendamento della Costituzione americana: “La cosa peggiore è che ora offriremo all’arrestato un piacevole ricovero in ospedale – ha detto il candidato repubblicano – E sarà curato da alcuni tra i migliori medici del mondo. Gli sarà data una camera moderna e attrezzata. Probabilmente avrà anche il servizio in camera. Sappiamo come funzionano le cose nel nostro paese”.

Il tycoon ha ribadito queste posizioni anche nel corso di un comizio elettorale a Fort Meyers, in Florida: “La situazione è molto grave”, ha sottolineato Trump.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!