Charlotte, la protesta degli afroamericani: assaltata stazione di polizia

Charlotte Police-Fatal ShootingNon si placa negli Stati Uniti il clima di tensione tra la comunità afroamericana e la polizia americana. Dopo i recenti nuovi casi che hanno portato alla morte di un afroamericano e all’aggressione nei confronti delle forze dell’ordine, lo scontro è tornato a livelli altissimi a causa delle proteste che in queste ore stanno interessando molte città USA.

A Charlotte, la scorsa notte, sono rimasti feriti 12 poliziotti. Proprio la città del North Carolina è stata teatro dell’omicidio di un afroamericano da parte della polizia. Le forze dell’ordine sostengono fosse armato: tesi seccamente smentita dall’avvocato difensore della vittima. La sparatoria in cui è rimasto ucciso Keith Lamont Scott è avvenuta mentre la polizia stava cercando in un condominio un altro uomo per il quale era stato spiccato un mandato di arresto. L’agente che ha sparato è anch’egli afroamericano.

L’omicidio di Scott è il sesto a Charlotte dall’inizio del 2016. Un’escalation di violenza che la popolazione non è più disposta a sopportare: ecco perchè oltre 100 persone si sono raccolte fuori dalla sede del dipartimento di polizia, scandendo slogan contro la violenza degli agenti.

La protesta è degenerata, con lanci di oggetti nei confronti degli agenti e danneggiamenti alle vetture della polizia.

Uno degli agenti feriti è stato colpito al volto da un sasso.