Pomezia, la moglie lo lascia, le butta addosso benzina e cerca di darle fuoco

Una vicenda incredibile e che ha sfiorato la tragedia a Roma, a Pomezia. Un uomo ha cercato di dare fuoco all’ex compagna, ed all’ufficio dove lei lavorava. La vicenda è avvenuta in Via Varrone attorno alle 8:30 di mattina di ieri. La donna, ex moglie dell’aggressore, si era separata dal 47enne circa tre mesi prima. L’uomo aveva chiesto un incontro chiarificatore per parlare della loro crisi matrimoniale, e i due si erano dati appuntamento fuori dall’ufficio dove la donna lavora.

benzinaDopo la discussione, però, l’uomo ha estratto una tanica contenete dieci litri di benzina, che ha rovesciato addosso all’ex moglie ed all’ufficio dove lavora, minacciando quindi di darle fuoco. La donna è riuscita a chiamare il 112 e subito i militari della Compagnia di Pomezia sono giunti sul luogo dell’aggressione, dove hanno trovato l’aggressore che ha cercato di nascondere la tanica. L’uomo è stato allontanato dalla vittima ed è stato ammanettato.

La donna, in stato di choc per l’aggressione subita, non ha riportato però alcuna lesione. Secondo la ricostruzione dei militari, ci sarebbero dei motivi economici alla base della separazione. L’uomo si trova nel carcere di Velletri, ed è accusato di tentato omicidio. Sull’aggressione sono ancora in corso le indagini dei carabinieri.

Mariagrazia Roversi