Cesena, il mistero della scomparsa di Manuela Teverini, 16 anni di silenzi e di omissioni

Quella di Manuela Teverini sembra la classica storia della donna scomparsa per ricostruirsi una nuova vita. Ma molti elementi fanno pensare che le cose siano andate diversamente. La donna, 35 anni al momento della scomparsa avvenuta sedici anni fa, sparì da Capannaguzzo (provincia di Cesena) all’improvviso, lasciando anche una bimba di 4 anni ed il marito.

manuelaIl marito raccontò sempre agli investigatori, la notte della scomparsa si sarebbe addormentato accanto alla figlia di quattro anni, e svegliandosi la mattina e tornando in camera, non avrebbe più trovato la propria moglie.
La macchina di lei, sparita nel nulla, e ritrovata cinque ore più tardi da uno dei fratelli di Manuela in un parcheggio poco distante dalla stazione di Cesena. Cosa era accaduto?

Quello che si sa di certo è che, la sera prima della misteriosa scomparsa di Manuela, i due coniugi avevano avuto una seria discussione, probabilmente scaturita dal fatto che il marito aveva delle relazioni con altre donne, fra cui una slava. L’uomo, inoltre, aveva anche contratto la sifilide. Il marito di Manuela venne arrestato per omicidio ed occultamento di cadavere, ma nessuna prova venne trovata nei suoi confronti. Così il caso venne archiviato. Ma oggi la figlia ventenne di Manuela, già chiamata da “Chi l’ha Visto” per diverse interviste, sostiene: “Non posso fare a meno di avere dubbi su mio padre”.