Siria, proseguono i bombardamenti: scontri ad Aleppo tra truppe pro-Assad e ribelli

siriaNon si placano i combattimenti in Siria dopo l’annullamento della tregua. Anche questa notte si sono verificati numerosi bombardamenti che hanno colpito i quartieri dove sono posizionati i ribelli che si oppongono al regime di Assad. Ancora adesso sono in corso violenti sconti nella zona di Aleppo, la stessa dove negli ultimi giorni alcuni raid hanno centrato un convoglio di aiuti umanitari e una clinica, uccidendo decine di volontari e alcuni sanitari di una ONG.

Gli scontri in corso coinvolgerebbero l’esercito del regime di Bashar al-Assad e un gruppo di ribelli islamisti e jihadisti assiepati nel quartiere di Ramoussa. A riferirlo è l’Osservatorio siriano sui diritti umani.

I ribelli accusano il governo di Damasco di aver utilizzato bombe incendiarie, mentre dalle zone controllate dal gruppo islamist-jihadista sarebbero partiti colpi di mortaio che hanno colpito alcuni quartieri controllati dall’esercito di Assad e pertanto filo-governativi. Tuttavia, l’ONG non è stata in grado di fornire un bilancio più dettagliato sui combattimenti: non è chiaro quindi il numero di morti e feriti nei bombardamenti delle ultime ore ad Aleppo.

Ma la zona della città di Aleppo non è l’unica interessata da violenti scontri: combattimenti sarebbero in corso anche in altre aree della Siria, in particolare nelle province centrali di Homs e Hama.