Russia, magazzino prende fuoco a Mosca: è strage, morti otto pompieri

In Russia, a Mosca, ben otto pompieri hanno perso la vita mentre tentavano di spegnere un incendio avvenuto in un magazzino di plastiche. La tragedia sarebbe avvenuta ieri, come riferiscono le autorità. Un grandissimo incendio è divampato ieri in serata alla periferia di Mosca, in un magazzino di materiali plastici. Subito i vigili del fuoco sono accorsi per domare le fiamme, che erano altissime.

moscaI vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per tentare di spegnere il gigantesco incendio; solamente la mattina seguente, quando le fiamme si sono placate ed è stato possibile vedere bene la situazione, sono stati scoperti gli otto corpi dei pompieri morti nel rogo. Il ministero delle emergenze, all’interno di un comunicato, ha spiegato: “I cadaveri di otto colleghi sono stati trovati nell’aerea dell’incendio; avevano perso contatto con gli altri e speravamo fossero vivi. Ma dato l’intensità dell’incendio, le alte temperature e il fumo, non è stato possibile recuperarli”.

I pompieri che sono morti nell’incendio erano accorsi per primi sul luogo del disastro ed erano riusciti a far evacuare almeno cento lavoratori, intrappolati nel magazzino ormai in fiamme. Il loro eroismo ha permesso di salvare la vita a molte persone, ma loro purtroppo l’hanno persa.
Probabilmente l’incendio è stato causato da un sovraccarico del sistema di riscaldamento che ha causato un corto circuito. Un’inchiesta per la violazione delle norme anti incendio è stata aperta.

Mariagrazia Roversi