Muore a 63 anni Bill Nunn, l’attore si è spento dopo una lunga malattia

bill-nunnLa notte tra sabato 24 e domenica 25 settembre è morto il famoso attore afroamericano Bill Nunn, l’attore si è spento a 63 anni nella sua città natale (Pittsburgh) lasciando una moglie, Donna, e due figlie, Jessica e Cydney.

Ad annunciare la mondo la morte di Nunn è stato il grande regista ed suo fraterno amico Spike Lee con il quale aveva raggiunto la fama internazionale grazie alla sua interpretazione in “Fa la cosa giusta” (uno dei film più famosi del regista americano): nel film Bill interpretava la parte di Radio Raheem, un giovane che girava per il quartiere con a spalla un “Ghettobluster” (uno stereo portatile gigante) da cui usciva “Fight the Power” di Public Enemy, scena cult citata varie volte come omaggio al film da registi e sceneggiatori.

Nonostante lui e la famiglia non avevano voluto diffonderlo prima per ragioni di privacy, la moglie Donna ha dichiarato ad ‘Associated Press‘ che il marito era affetto da lungo tempo da una grave malattia che è culminata con il recente decesso. Notizia che spiega la sua assenza dai grandi schermi a partire dal 2012 ( Una Scuola per Malia,  l’ultimo film in cui ha recitato, risale proprio al 2012), dopo una carriera sfolgorante che lo ha visto protagonista in film che rimarranno nella storia di Hollywood ( ‘Cadillac Man‘, ‘Mad City‘ e ‘He Got The Game‘ solo per citare i più conosciuti) e del cinema in generale, indimenticabile ne ‘La leggenda del pianista sull’Oceano‘ di Tornatore.