26 Settembre 2016: si venerano i Santi Cosma e Damiano

Il 26 Settembre si celebrano i Santi Cosma e Damiano martiri.

Venerati da tutte le Chiese Cristiane che riconoscono il culto dei santi si ritiene che i fratelli Cosma e Damiano (forse gemelli), fossero nati in Arabia nella seconda metà del III secolo.

Di nobili natali, secondo la tradizione i due, ispirati dalla carità divina, operarono in Siria come medici anàrgiri (gratuiti), e morirono martiri durante le persecuzioni di Diocleziano.

La “passio” a loro dedicata narra che i due fratelli compivano guarigioni miracolose, come avvenne per la sostituzione di un arto gravemente ulcerato, con quello sano di un paziente da poco deceduto.

Nel mentre guarivano gli ammalati Cosma e Damiano portavano a termine anche numerose conversioni.

A parte questo non si sa molto della loro vita se non che, durante le persecuzioni cristiane di Diocleziano, furono arrestati dal prefetto di Cilicia e Lisia, barbaramente torturati e infine decapitati, il 26 Settembre 303 a Cirro, in Siria.

Un’altra narrazione afferma che il martirio avvenne a Egea di Cilicia, in Asia Minore.

In ogni caso il culto dei santi taumaturghi, protettori dei medici, dei chirurghi, dei farmacisti e dei parrucchieri, si diffuse subito dopo la loro morte.

Le loro reliquie si troverebbero sparse un po’ ovunque. A Bitonto un documento del 1572 attesta che qui si trovino le braccia dei Santi.

Michela De Minico