Messico, trovato morto il sacerdote rapito: è il terzo prete cattolico ucciso in una settimana

I fedeli hanno inutilmente sperato che quello di Jose Alfredo Lopez Guillen, prete messicano che viveva a Junamuato, nello stato di Michoacan, fosse un rapimento per ricevere denaro.
Invece sabato sera è stato trovato il suo corpo, “crivellato di colpi” come hanno riferito fonti messicane. Si tratta di una vera e propria persecuzione nei confronti dei preti cattolici: Jose Alfredo Lopez Guillen è il terzo sacerdote che viene rapito ed ucciso nell’arco di sola una settimana. Nel 2015 ben 15 sacerdoti avevano subito la stessa sorte.

jose-alfredo-lopez-guillenAltri due corpi di sacerdoti rapiti il giorno precedente sono stati trovati nello stesso giorno, sulla strada di Veracruz, costa orientale del Messico, uccisi a colpi di arma da fuoco. Anche Jose Alfredo Lopez Guillen è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco alla nuca. Il suo corpo è stato trovato vicino ad una cittadina dello stato di Michoacan, Puruandiro. L’uomo era stato rapito, verosimilmente da gruppi della criminalità organizzata locale, mentre si trovava a casa sua, lunedì scorso, ed era anche stato derubato.

L’autopsia ha stabilito che Jose Alfredo Lopez Guillen è stato ucciso qualche giorno dopo esser stato rapito. La polizia esclude un collegamento fra gli omicidi. Lo stato Michoacan è uno dei più tormentati dalla violenza del crimine organizzato e dai cartelli dei narcotrafficanti.