I messaggi dei parenti morti da cercare con lo smartphone

messaggi-parenti-mortiPokemon Go fa scuola e “attiva” nuove idee in fatto di applicazioni che sfruttano la “realtà aumentata”, cioè la sovrapposizione di elementi virtuali a contesti reali. Yoshiyuki Katori, presidente della Ryoshin Sekizai, impresa specializzata in lapidi ha ideato l’applicazione “Spot Message” per sentire più vicini i propri defunti attraverso foto e messaggi. L’idea è nata quando uno zio per il quale provava grande rispetto e affetto è caduto da un’impalcatura nel suo negozio di vernici, morendo sul colpo. E’ stata una perdita così improvvisa e inattesa che la famiglia ne è rimasta devastata e Ryoshin, che ne ha sempre sentito la mancanza è arrivato a considerarlo un consigliere spirituale nella propria mente, pensando che gli sarebbe piaciuto sentirlo rispondere anche se in modo virtuale.

Da qui il progetto con la pre-registrazione di messaggi che dopo la morte verranno associati alla lapide o a qualche luogo significativo e che parenti e amici potranno ritrovare con il proprio smartphone, proprio come si trovano i Pokemon. Un po’ inquietante ma potrebbe trovare consenso, con la speranza che l’avanzare veloce della tecnologia non li renda obsoleti in un tempo troppo breve.

Daniele Orlandi