Potenza, donna sequestrata, violentata e torturata per tre notti, arrestati due connazionali

Esperienza terrificante per una donna rumena, avvenuta a Lagonegro, provincia di Potenza. La donna per tre giorni e tre notti è rimasta chiusa in un’abitazione, dalla quale non poteva uscire, sorvegliata da un connazionale. Assieme al cittadino romeno di 67 anni, un altro uomo, ora ricercato, avrebbe partecipato alle sevizie. La donna è stata sequestrata e violentata per tre notti, ed anche torturata e ferita con un rasoio.

potenzaLa donna è stata ferita al collo ed al torace, ricavando ferite che sono state giudicate guaribili in sette giorni. La romena è riuscita a presentarsi in Caserma dopo che gli uomini che l’avevano sequestrata l’avevano chiusa da sola in casa e si erano allontanati. La donna, senza neppure i documenti (che gli erano stati sequestrati dal connazionale) ha raggiunto i carabinieri, i quali si sono recati a Lagonegro, provincia di Potenza, nella casa dove erano avvenute le sevizie.

L’uomo è stato arrestato, inoltre risulta abbia già avuto precedenti penali. Il romeno è stato portato in carcerare ed accusato di violenza sessuale e sequestro di persona. Il complice è attualmente ricercato. Durante la perquisizione nella casa dell’uomo, prima del fermo, sono stati trovati anche il rasoio ed i documenti della donna.

Mariagrazia Roversi