Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Dakota del Sud, bimbo fa pipì fuori dal vasino: madre e nonna lo uccidono di botte

CONDIVIDI

Un bambino di due anni ucciso di botte perché non riesce a fare i suoi bisogni nel vasino. Potrebbe sembrare l’orribile trama di un film dell’orrore, invece è quello che è accaduto veramente nella cittadina di Porcupine, in Dakota del Sud, Stati Uniti d’America. Il bambino di due anni ucciso per un motivo del genere si chiamava Kylen Shangreaux, ed è stato picchiato a morte da madre e nonna per punizione, perché non riusciva a fare i suoi bisogni correttamente nel vasino, come le due donne desideravano.

Kylen Shangreaux
Kylen Shangreaux

Nonostante quella di Kylen fosse una situazione del tutto normale nei bambini che hanno appena iniziato a togliere il pannolino, le due donne non hanno avuto pietà ed hanno dato sfogo ad una furia assassina. Kylen è morto per le lesioni e ferite che ha riportato in seguito al pestaggio.
La madre del piccolo, Katrina Shangreaux, di 28 anni, è stata riconosciuta colpevole di omicidio assieme alla nonna, Sonya Dubray, di 47 anni, dopo che è stata effettuata l’autopsia sul corpo del piccolo.

Le donne, secondo quanto il Mirror riporta, sono che state accusate di aver tentato di inquinare le prove della colpevolezza, e di aver lavato gli abiti di Kylen prima dell’arrivo delle ambulanze. Le due hanno chiamato i soccorsi quando il bimbo aveva perso i sensi, lavandolo e cambiandolo per cercare di celare le violenze.