Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Aleppo, bombe colpiscono ospedale. Rabbia USA: “Posizione Russia non cambia”

Aleppo, bombe colpiscono ospedale. Rabbia USA: “Posizione Russia non cambia”

aleppobombe

Un altro ospedale colpito ad Aleppo. Questa volta si tratterebbe del plesso maggiore, situato in un quartiere controllato dai ribelli che si oppongono al regime di Assad. Lo afferma Adham Sahloul dell’organizzazione sanitaria Syrian American Medical Society.

Precipitano quindi i tentativi di ricomporre la frattura venutasi a creare dopo che l’esercito siriano, coadiuvato da quello russo, ha interrotto i negoziati e ha ripreso a bombardare la città di Aleppo nel tentativo di riconquistare le zone sotto il controllo dei ribelli. Il Segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon, aveva definito i bombardamenti sugli ospedali “crimini di guerra”.

Le vittime civili a causa dei raid sono in rapido aumento. L’organizzazione umanitaria Medici senza Frontiere (Msf) ha descritto l’impatto dei bombardamenti siriani e russi nell’est come “un bagno di sangue”. Tra i venti civili uccisi nel settore controllato dai ribelli ci sono sei bambini, secondo l’Osdh (Osservatorio siriano dei diritti umani).

Tuttavia, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha detto al segretario di Stato americano, John Kerry, di essere disponibili a riaprire un dialogo con gli USA per la risoluzione del conflitto. Ma Kerry ha detto che la posizione della Russia “resta sempre la stessa, ovvero bombardare”, mentre il portavoce Mark Toner ha parlato di negoziati in “terapia intensiva, il tracciato non è ancora piatto”.