Home Tempi Postmoderni L'Anti Bufala

La bufala del giorno: ristoratore crivella di colpi una banda di rom

CONDIVIDI

roma-ristoratore-uccide-rom-pizzo

Ieri pomeriggio, sul sito web ‘Roma 24 News‘ è uscito un articolo a sensazione riguardante un commerciante che, come nei più bei film di Liam Neeson, stanco delle continue richieste di denaro da parte di un gruppo di Rom stile malavita organizzata, ha deciso di farsi giustizia da solo a colpi di Ak 47 (fucile d’assalto automatico di matrice sovietica).

Se già è difficile credere alla storia in questione, l’autore del pezzo esagera con i dettagli rendendo il racconto dei fatti da inverosimile a surreale, prendiamo, ad esempio, il primo segnale “fake“: il ristoratore, un uomo onesto che si è guadagnato con 20 anni di lavoro un’attività propria, possiede un  AK47 non registrato (si tratta, insieme al M4 in dotazione alle truppe americane, del fucile automatico maggiormente conosciuto), ma non solo, stando alla descrizione del “fatto“, questo non ha il coraggio di denunciare la richiesta di pizzo per ben 2 anni (probabilmente per paura di ritorsioni sul locale e sulla famiglia), ma decide di rovinarsi la vita andando in carcere per eccesso di difesa personale e possesso illegale di arma da fuoco perdendo così il locale, i risparmi, la libertà ed attirando contro la famiglia indifesa la vendetta della presunta associazione di stampo mafioso.

Tralasciando l’assurdità delle motivazioni che avrebbero spinto il ristoratore romano ad una tale follia, c’è un altro dettaglio che rappresenta una spia d’allarme, il sedicente giornalista scrive una frase che ancora lo scritto maggiormente alla categoria dei racconti fantastici ed insieme a quella degli orrori grammaticali: “I volti sono stati addirittura crivellati sul volto dopo essere stato uccisi“. Basterebbe questo per screditare la fonte e rendersi conto che il fatto non sussiste, ma se in qualcuno permangono ancora dubbi, gli consigliamo di  fare una ricerca internet su un browser qualsiasi e lo sfidiamo a trovare un altra fonte che citi questa notizia. Presto si renderà conto che non esistono informazioni a riguardo, che nessuno dei giornali nazionali ne parla ed, a meno di essere assurdamente complottisti, ci si renderà conto della falsità della notizia.