Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Messico, i figli del narcotrafficante El Chapo attaccano militari, 10 morti e...

Messico, i figli del narcotrafficante El Chapo attaccano militari, 10 morti e 5 feriti

Ancora violenza in Messico, dove dieci soldati sono stati uccisi e 5 feriti in seguito ad un agguato. L’attacco, secondo le prime informazioni, sarebbe avvenuto in una città situata nella regione nord-occidentale del Messico, a Culiacan, zona dove opera e domina il cartello di Sinaloa. Proprio in questa zona Joaquin Guzman, detto “El Chapo”, era stato arrestato dopo l’evasione per mezzo di un tunnel sotterraneo avvenuta nell’estate del 2015.

messico

Secondo una prima ricostruzione dell’attacco, un convoglio militare stava scortando un’ambulanza, sulla quale viaggiava un esponente del cartello di Sinaloa di una certa importanza, che era stato ferito nel corso dell’arresto. Lungo la strada per l’ospedale, alla quale stavano giungendo per portare il narcotrafficanti, l’agguato è scattato. Il generale Alfredo Duarte Musica ha sostenuto che il commando armato di armi automatiche e granate ha attaccato con furia il convoglio militare, lasciando a terra dieci soldati morti e cinque feriti.

Non è chiaro se siano morti anche alcuni criminali. Nell’attacco, fra l’altro, è stato liberato il narcotrafficante, che secondo alcune fonti sarebbe il cugino di Guzman. Il generale Duarte ha sostenuto che “A questo punto non abbiamo ancora certezze, ma è molto probabile che siano stati i figli di El Chapo”. Il cartello di Sinaloa, da quanto risulta, è gestito dai figli di Guzman.