Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Uragano Matthew: Haiti sconvolta dalla tempesta, 19 i morti

CONDIVIDI

haiti

Allarme negli States per l’arrivo dell’Uragano Matthew, tutta la costa sud est degli Stati Uniti è a forte rischio inondazioni e frane, per questo motivo da ieri fervono i preparativi per l’evacuazione delle zone costiere e degli edifici non sicuri. Nella notte il potente uragano (secondo gli esperti il più forte degli ultimi dieci anni) ha seminato panico e morte ad Haiti: due giorni fa la Giamaica era stata investita parzialmente dalla furia di Matthew che, però, aveva fortunatamente solo lambito la costa, poi il graduale avvicinamento ad Haiti, si sperava che le misure cautelative bastassero ad evitare danni ingenti dato che il vortice aveva perso forza (durante la notte era passato, infatti, da forza 5 a forza 4) ma così non è stato. Venti ad oltre 230 km orari hanno sconvolto l’isola, la pioggia ha causato frane e smottamenti e dopo il passaggio della terribile tempesta si contano 19 vittime (a queste vanno aggiunte i quattro morti nella Repubblica dominicana, quello a Sant Vincent e quello nel nord della Colombia).

La tempesta è costantemente monitorata dagli specialisti che hanno constatato un ulteriore perdita di forza di Matthew (adesso l’uragano è di forza 3), questo potrebbe non bastare ad evitare altre vittime, così, la Fema ha disposto un evacuazione globale in Florida, Georgia, South Carolina e North Carolina. Data la situazione di imminente pericolo anche Barack Obama ha fatto visita al quartier generale della Protezione Civile per assicurarsi che tutto fosse sotto controllo e da lì ha lanciato un appello ai cittadini delle zone a rischio pregandoli di seguire le indicazioni della Fema: “Si può riparare e ricostruire ma non si può riportare indietro uno vita persa”.