Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Trieste, via lo striscione per Regeni: rissa tra manifestanti e polizia

CONDIVIDI

triesteregeniMentre il Consiglio Comunale bocciava la mozione PD (25 voti contrari su 15 favorevoli) che chiedeva di ripristinare lo striscione giallo con la scritta “Verità per Giulio Regeni” sulla facciata del municipio, all’interno dell’Aula consiliare scoppiava la contestazione di un gruppo di manifestanti, tanto da arrivare allo scontro con le forze dell’ordine. I manifestanti sono stati allontanati dall’aula e due vigili urbani – ha riferito l’assessore comunale Pierpaolo Roberti (Lega) – sono rimasti lievemente contusi.

La decisione di togliere lo striscione è stata presa nei giorni scorsi dal sindaco della città, Roberto Dipiazza: una scelta duramente contestata da parte della cittadinanza, che ha voluto esprimere il suo dissenso all’esterno e all’interno del municipio giuliano. Amnesty International ha anche organizzato in serata una manifestazione per Giulio Regeni, a cui hanno preso parte diverse centinaia di persone.

“Ho tolto lo striscione d’imperio. Sono stanco delle strumentalizzazioni politiche e non rimetterò lo striscione sulla facciata del municipio – ha detto il sindaco Dipiazza – Dico stop allo sciacallaggio, le polemiche e le strumentalizzazioni hanno offeso e stanno offendendo la memoria di questo ragazzo e la sua famiglia, alla quale esprimo tutta la mia solidarietà”.

Nel frattempo, uno striscione identico a quello che campeggiava sulla facciata del Municipio è apparso sul palazzo della Regione, che si affaccia anch’esso su Piazza Unità d’Italia: la decisione è stata presa dalla Governatrice del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani.