Home Tempi Postmoderni

12 Ottobre 2016: si venera San Serafino da Montegranaro

CONDIVIDI

Il 12 Ottobre la Chiesa Cattolica celebra la memoria liturgica di san Serafino da Montegranaro.

Nato nel 1540 a Montegranaro, nelle Marche, Serafino era figlio di contadini umili ma profondamente religiosi.

Data l’indigenza della famiglia, da piccolo lavorò come custode di gregge e poi, a 16 anni, insieme al fratello in un cantiere.

Sentendo crescere in sé la vocazione alla vita religiosa, a 18 anni entrò nel convento di Tolentino come fratello laico nell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, compiendo il noviziato a Jesi.

Passò in tutti i conventi delle Marche poiché, nonostante la diligenza con cui espletava i suoi compiti, superiori e confratelli non si astenevano dal rimbrottarlo assiduamente, ritenendolo forse inidoneo a compiere i suoi uffici.

Ciononostante, pur nella mortificazione, mostrò sempre tanta bontà, umiltà, purezza e grande delicatezza quando svolgeva il ruolo di portinaio o di questuante. Esercitava con le parole grande influenza sulla gente di ogni ceto, sapendo leggere nei cuori e infondervi conforto.

Nel 1590 si stabilì ad Ascoli Piceno, dove proseguì mendicando e facendosi conoscere dalla popolazione che presto gli si affezionò.

Quando nel 1602 parve essersi allontanato dal capoluogo marchigiano, i cittadini si rivolsero ai superiori dell’Ordine affinché Serafino non venisse trasferito.

Fu molto devoto al Crocefisso e al Sano Rosario e quando a 64 anni, già si spargeva la voce circa la sua santità, Serafino presentì l’ora della sua morte, che lo prese il 12 Ottobre 1604.

Le sue spoglie giacciono nella chiesa del convento dei frati cappuccini di Ascoli Piceno, divenuto santuario a lui intitolato.

Fu proclamato santo da Papa Clemente XIII il 16 luglio 1767.

 

Michela De Minico