Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ultime Notizie di Cronaca Estera

Argentina: 16enne stuprata ed impalata. Proteste in tutto il Paese

CONDIVIDI

lucia-femicidio-mdp

Ondata di polemica e di sdegno, in Argentina, dopo il caso della giovane 16enne violentata ed uccisa mentre era in casa di alcuni conoscenti. La notizia sta facendo rapidamente il giro del mondo.

Stando alle ricostruzioni, sabato notte alcuni uomini sono passati a prenderla da casa. Cinema e pizza con gli amici, questo quanto la giovane aveva detto di avere in programma ai propri genitori. Invece Lucia Perez, spinta forse da un gusto per il rischio che le è costato caro,  è stata presa da due uomini che aveva conosciuto qualche giorno addietro davanti ai cancelli della propria scuola. Un 23enne ed un 41enne che forse le avevano venduto della marijuana e che sono stati riconosciuti essere coloro che, sabato sera, sono passati a prenderla da casa a bordo di un pick-up di colore blu. Condotta in  un appartamento, la giovane è stata drogata, stuprata ed infine barbaramente impalata. Dopodichè i due uomini l’hanno lavata e rimessa in ordine. Condotta in ospedale, coloro che erano stati i suoi carnefici hanno finto di essere i suoi salvatori ed hanno sostenuto che la giovane fosse in stato di overdose.I medici hanno tentato in tutti i modi di rianimarla ma non c’era già nulla da fare. La 16enne è spirata nel dolore.

Due giorni dopo, il pubblico ministero Maria Isabel Sanchez ha reso noto l’esito dell’autopsia, che ha confermato come “la morte sia stata causata da un oggetto entrato violentemente per via anale, il quale ha indotto un arresto cardiaco.” Il pm ha aggiunto di non aver mai veduto un caso come questo prima d’ora: “Un’aggressione disumana, dagli istinti più bassi”.

Ed ora, mentre nel Paese si susseguono le manifestazioni di protesta contro quest’ennesima vittima della violenza di genere, e mentre il procuratore prende tempo garantendo che “verrà inflitta una condanna esemplare”, la voce del padre di Lucia, Guillermo Perez, si spezza nel dolore quando tenta di ricostruire la scena nella quale sua figlia ha perduto la vita: “Ci auguriamo che sia un processo giusto e condanniamo i colpevoli, ma nulla potrà ridarmi indietro mia figlia.”

G.C.