Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Michigan, 25enne va dalla polizia e racconta di essere stata stuprata e rapita: ma è tutto falso

CONDIVIDI

Una ragazza di 25 anni del Michigan, Leiha Artman, ha sostenuto di essere stata violentata da quattro uomini e di essere stata rapita, imbavagliata da sconosciuti.
La 25enne statunitense ha sostenuto che quattro uomini neri la hanno violentata dopo che l’avevano avvicinata. La ragazza ha denunciato alla polizia che i quattro l’avevano avvicinata con la scusa di chiederle dei segnali stradali, quindi l’avevano legata, messa nel bagagliaio, trasportata in un luogo sconosciuto dove sarebbe stata stuprata.

michiganLa donna aveva anche inviato al fidanzato una sua foto dove appariva imbavagliata e legata. Ma è tutta finzione: la donna non è mai stata stuprata nè rapita, e si è semplicemente inventata tutto.
La donna è stata condannata a 12 mesi di carcere per aver dichiarato il falso ed aver calunniato quattro innocenti. La polizia di Muskegon County, nel Michigan, hanno scoperto che tutta la storia era una montatura. La ragazza si è inventata tutto, ma non è ancora chiaro il motivo per cui ha ideato una storia così terrificante.

Il fidanzato della 25enne ha detto al giornale Mirror che crede che alla sua ragazza sia davvero accaduto qualcosa: “Tutto quello che so, è che mi sono svegliato con queste foto terribili di lei imbavagliata. Si è inventa il fatto di essere stata rapita da quattro uomini di colore, ma, alla fine della giornata, ho scoperto che qualcuno le aveva fatto davvero del male”.