Home Lifestyle Salute

L’AIFA dispone il ritiro della Novalgina dal mercato

CONDIVIDI

novalgina-gotas-com-10ml__46641_zoom

L’Aifa (Associazione Italiana del Farmaco) ha diramato un comunicato importante riguardante la specialità medicinale “Novalgina” del gruppo farmaceutico Sanofi Aventis. A quanto pare la compagnia si è vista costretta a ritirare 20 lotti del farmaco “Novalgina Os Gtt da 20 e da 500 milligrammi (codice 008679033)” a causa di una riduzione della Shelf Life (periodo di validità) originariamente di 60 mesi.

In seguito a dei controlli effettuati sui lotti  A4419, A4420, 1A4420, A4421, A4422, A4423, A5424, A5425, A5426, 1A5426, A5427, A5428, A5429, A5430, A5431, A5432, A5433, A6434, A6435 e A6436 è risultato che tutte le confezioni con scadenza tra il 31/12/2019 ed il 31/12/2021 hanno perso la loro efficacia e pertanto non vanno utilizzati.

Il presidente dello sportello dei diritti, Giovanni D’Agata, ha sottolineato che tutti coloro avessero ancora una confezione di Novalgina in casa, facente parte dei lotti ritirati, possono recarsi in farmacia ed avere in cambio una confezione del prodotto valido, ed ha avvisato tutte quelle farmacie che avessero delle rimanenze dei prodotti guasti di non smerciare il prodotto ma di contattare la Sanofi Aventis per restituire la merce guasta.

Per chi non lo sapesse la Novalgina è un antidolorifico utilizzato in trattamento di stati dolorosi o stati febbrili persistenti e gravi. Inoltre sembra che il principio attivo del medicinale in questione (il dipirone) possa portare casi di ipertensione e agranulocitosi, l’insorgenza di queste patologie ha fatto si che il medicinale fosse ritirato dal mercato negli USA già dal 1975, una decisione che recentemente è stata presa anche in Germania e Gran Bretagna.