Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Omicidio di Como, forse Nadia è stata avvelenata e quindi soffocata

0
CONDIVIDI

Nuovi dettagli sulla morte di Nadia Arcuri, la maestra di 35 anni svizzera trovata morta nei boschi di Como. La donna sarebbe stata avvelenata, o tramortita con dei farmaci prima di essere aggredita. Per questo non avrebbe avuto alcuna reazione durante l’omicidio, avvenuto per soffocamento, come risultato dell’autopsia. E questo spiega anche la mancanza di segni di lotta e/o violenza sul corpo della 35enne elvetica. Secondo gli inquirenti è molto probabile che la morte sia stata dovuta a soffocamento ma conseguente ad avvelenamento.

nadia

La verità potrà essere nota solamente dopo gli esami tossicologici che potranno confermare o meno la versione sulla morte della donna. Intanto il genetista incaricato sta lavorando alla ricerca di tracce biologiche sul corpo di Nadia, tracce che è difficile trovare a causa del fatto che il corpo della donna è rimasto per ore sotto la pioggia torrenziale caduta nei giorni prima del ritrovamento.

Per quanto concerne il cognato della donna, unico indagato per il suo delitto, egli continua a sostenere di aver trovato la maestra già senza vita o apparentemente esanime e di aver portato via il suo corpo per non esporre i familiari allo choc. Ma a questa versione gli inquirenti non credono. Intanto si cercano gli effetti personali della donna, mai trovati.