Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Clinton, riaperta indagine su mail. Lei attacca: “FBI chiarisca subito”

CONDIVIDI

hillaryclinton

“FBI renda subito pubblici tutti i fatti”. A chiederlo è la diretta interessata, Hillary Clinton. La candidata democratica alla Casa Bianca, nettamente in testa nei sondaggi che precedono il voto del prossimo 8 novembre rispetto al suo rivale Donald Trump, è apparsa particolarmente indispettita per la decisione dell’FBI di riaprire l’indagine sulle mail ad una decina di giorni dalle elezioni statunitensi. Per questo ha deciso di giocare all’attacco, sfidando il direttore dell’FBI, James Comey: è stato lui a decidere di riaprire il caso sulle mail inviate dalla Clinton quando svolgeva il suo ruolo di segretario di stato.

Il popolo americano ha diritto ad essere informato pienamente sui fatti” ha detto la Clinton, che si è detta sicura che anche questa indagine “si concluderà con un nulla di fatto, come quella dello scorso Luglio”.

“Non aspetto altro che concentrarmi sulle sfide che stanno dinanzi agli americani – ha aggiunto la candidata democratica – per vincere l’8 novembre e lavorare con tutti gli americani e costruire un futuro migliore”.

Intanto anche dall’entourage dei Democratici trapela un certo nervosismo per la riapertura del caso a undici giorni dal voto. Uno stretto collaboratore di Hillary ha confessato che il partito è “sotto shock” e molto arrabbiato. Il sospetto è che Comey abbia voluto fornire un assist ai Repubblicani, dopo essere stato accusato lo scorso luglio proprio da Trump e i suoi di ‘insabbiamento delle mail’.