Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Clinton, ancora scandali: diffuse le carte del marito, graziò un evasore per ottenere i suoi finanziamenti

CONDIVIDI

Le ombre sulla candidata Hillary Clinton non cessano, ad una manciata di giorni dalle elezioni americane che consacreranno il nuovo Presidente degli USA. La donna, già sotto indagine dell’FBI per aver inviato dal pc di casa delle e-mail istituzionali e governative di contenuto sensibile (configurando una serie di reati per i quali si rischia l’arresto e la galera) adesso è messa ancora più in difficoltà da un’altra uscita di documenti da parte dell’FBI.

clinton

Il fatto riguarda la diffusione da parte dell’agenzia investigativa di 129 pagine di documentazione sulla famosa, e mai chiarita, grazia concessa dall’ex presidente Bill Clinton a Marc Rich, finanziere americano che evase 48 milioni di dollari di tasse e fuggì in Svizzera, dove morì. Curiosamente, la grazia di Bill Clinton per il maxi evasore statunitense arrivò proprio l’ultimo giorno del suo mandato.

Nel 2005 l’inchiesta sull’atto di clemenza, a detta di molti inspiegabile, si concluse in un nulla, ma rimasero dei forti sospetti sulle donazioni che il finanziere evasore avrebbe fatto ai Clinton, e contenuti nelle clamorose carte che l’FBI ha pubblicato. Queste carte, come quelle che avevano adombrato finanziamenti alla fondazione dei Clinton da parte dei Paesi arabi (Marocco e Arabia Saudita, in primis) potrebbero ribaltare l’esito delle elezioni.