Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Cornegliano: agente uccide moglie e figlie, poi si suicida

Cornegliano: agente uccide moglie e figlie, poi si suicida

agrosi

Stretto dalla morsa dei debiti di gioco, Mauro Agrosì, poliziotto di 50 anni, ha deciso di porre fine alla sua vita ed a quella della sua famiglia: questa mattina, intorno alle 7, arriva la chiamata dell’uomo al centralino del commissariato di Cornegliano: “Venite a casa mia, vi lascio la porta aperta, ho ucciso tutti”, ha detto ai colleghi prima di togliersi la vita lui stesso. Poco prima si era svegliato e con la pistola d’ordinanza aveva ucciso prima la moglie e dopo le figlie di 10 e 14 anni utilizzando un cuscino come silenziatore.

Qualche istante dopo è arrivata la volante della polizia per esaminare la scena, gli agenti hanno trovato i corpi senza vita dell’intera famiglia Agrosì, inoltre, all’interno della stanza in cui Mauro aveva posto fine alla sua vita c’era un biglietto in cui il suicida spiegava i motivi della sua decisione alla moglie ed alle figlie: “Non vi voglio lasciare senza padre e senza marito. Per questo vi porto con me“. Da indagini successive è emerso che l’agente Agrosì era un giocatore compulsivo di lotterie istantanee, un vizio che gli aveva procurato non pochi debiti, ma il cui ammontare non giustificherebbe, secondo gli inquirenti, una decisione così drastica.

I colleghi descrivono Agrosì come una persona equilibrata e disponibile, da tempo aveva smesso di ricoprire ruoli operativi stanco della pressione che gli mettevano addosso ed aveva cominciato a fare il tecnico dei computer. La sua vita era diventata tranquilla e nessuno pensa che potesse portare scorie dagli anni precedenti.