Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Iowa, uccisi due agenti: polizia arresta un 46enne

Iowa, uccisi due agenti: polizia arresta un 46enne

Oakland protest over Ferguson Grand Jury decision

E’ tornato ad alti livelli il clima di tensione negli USA. Questa notte due agenti di polizia sono stati uccisi nello stato dello Iowa, precisamente nella località di Des Moines: i colleghi delle due vittime hanno parlato di “duplice agguato”.

La polizia ha arrestato il sospetto killer: si tratta di Scott Michael Green, un bianco di 46 anni di Urbandale, sobborgo di Des Moines. Come sottolineato da Repubblica, resta sconosciuto il motivo dell’omicidio ma la Bbc cita un video, postato dallo stesso Green, in cui un uomo denunciava alla polizia di essere stato picchiato da un gruppo di afro-americani che gli avevano anche strappato di mano una bandiera confederata (simbolo dei razzisti segregazionisti del sud, conosciuta come ‘Stainless banner’) durante un evento sportivo.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine e riportato dal portavoce della polizia, il sergente Paul Parizek, uno degli agenti stava intervenendo proprio dopo aver risposto ad una chiamata che denunciava una sparatoria in corso (intorno all’1:06 ora locale, ndr). Il poliziotto è stato freddato mentre era al volante della sua auto di pattuglia.

Dopo aver ricevuto la notizia del collega ucciso (erano passati all’incirca 20 minuti), un altro agente stava intervenendo sul posto, ma anch’egli è stato ucciso mentre era seduto nella sua auto ad un incrocio a circa 3,6 km di distanza dal luogo della prima sparatoria.

Il killer si è poi dato alla fuga alla guida di un pick-up. Parizek ha aggiunto che allo stato attuale appare evidente “una seria minaccia” per tutti i poliziotti della località di Des Moines. L’ultimo omicidio di un agente di polizia, da queste parti, risale addirittura al 1977.