Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca L’Italia accusata di violazione dei diritti umani da Amnesty International

L’Italia accusata di violazione dei diritti umani da Amnesty International

diritti-umani

Amnesty International, in un dossier di 65 pagine che raccoglie 176 testimonianze di migranti chiamato ‘Hotspot Italy‘, accusa la polizia italiana di violazione dei diritti umani e violenza nei confronti degli immigrati al momento della registrazione forzata delle impronte. Nel rapporto fornito dall’associazione si legge un accusa di responsabilità oggettiva nei confronti della polizia per gli abusi perpetrati in questi mesi e di responsabilità politica da parte dell’Unione Europea, colpevole a loro giudizio di aver contribuito a tale violenza con l’istituzione degli hotspot, i centri di identificazione fondati nel 2015 allo scopo di identificare gli immigrati prima di essere smistati in altre zone dell’Europa.

L’ingente numero di sbarchi di questo periodo ha messo sotto sforzo le autorità che si sono viste sommerse di lavoro, il governo italiano ha più volte accusato l’Unione Europea di non fornire un supporto adeguato all’Italia, ma questo non giustifica comportamenti che violino i diritti sacri dell’umanità. La testimonianza più agghiacciante è stata fornita da un giovane sudanese che sostiene di aver subito l’elettroshock e viene riportata dal quotidiano ‘Internazionale‘: “Mi hanno trasmesso l’elettricità con un bastone, molte volte, ero troppo debole e non riuscivo a resistere. Mi hanno preso entrambi le mani e me le hanno messe sulla macchina”.

Le violenze e gli insulti non sono le uniche violazioni effettuate dalle autorità italiane, tra queste, infatti, ci sono anche i rimpatri illegali. Molti dei migranti sono stati riportati nei paesi d’origine nonostante avessero espresso la volontà di chiedere asilo politico, ad esempio, ad agosto la polizia italiana ha stretto un accordo con quella sudanese per il rimpatrio forzato di una quarantina di immigrati, nel rapporto si legge: “Negli ultimi anni l’Italia è già stata ritenuta responsabile per aver rimpatriato forzatamente persone potenzialmente bisognose di protezione internazionale e averle così esposte al rischio di essere sottoposte a maltrattamenti in un altro paese”. Questo dimostra che la pratica dei rimpatri forzati non è nuova, ma sembra che dato il numero ingente di migranti non faccia che peggiorare.