Home Lifestyle Salute

Non riesci a perdere peso? Il problema potrebbe essere genetico

CONDIVIDI

obesitaL’obesità è un problema che affligge la società odierna (specialmente gli Stati Uniti), la crescita dei casi è sicuramente dovuta a molteplici fattori come l’alimentazione e lo scarso esercizio, ma c’è una scoperta recente che potrebbe debellare il problema per sempre: un ricercatore italiano, Paolo Piaggi, che lavora al  National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases negli USA ha scoperto che a fornire un enorme contributo all’obesità sarebbe un gene contenuto nei muscoli di ciascun individuo.

Questo gene (THNSL2) in alcuni soggetti può risultare iperattivo e, in questi casi, rallentare il metabolismo e rendere il corpo soggetto ai chili di troppo. Si tratta di una scoperta di grande valore, se confermata, infatti, si potrebbero creare dei medicinali adatti ad inibire il gene e ristabilire il corretto funzionamento del metabolismo.

Il ricercatore italiano ha presentato oggi il suo studio al meeting della Obesity Society che si teneva a New Orleans, dal palco ha spiegato che i dati di ricerca, ottenuti dall’esame di 219 soggetti nell’arco di un anno, hanno dimostrato come i soggetti in cui il gene è iperattivo abbiano sviluppato maggior peso degli altri, nonostante avessero tenuto il medesimo regime di alimentazione ed esercizio fisico. Piaggi ha concluso il suo intervento dicendo che una conferma di questa tendenza permetterebbe di studiare un farmaco in grado di riattivare il metabolismo e combattere l’obesità.