Home Spettacolo Musica Francia: il 12 novembre riapre il Bataclan con un concerto di Sting

Francia: il 12 novembre riapre il Bataclan con un concerto di Sting

bataclan_parigi

Il Bataclan riapre il 12 novembre con un concerto di Sting: luogo simbolo del rock parigino per anni che, dopo l’attentato del 13 novembre 2015, era diventato l’immagine simbolo della crudeltà dell’Isis. Quella sera morirono 90 persone di varie nazionalità, i colpi di fucile e le urla avevano offuscato i ricordi di un luogo dedicato alla musica ed alla cultura, un luogo storico che sin dal 1865 aveva promosso generi di musica alternativa (uno dei primi cafè concerto della storia) e che, dopo una parentesi cinematografia (il Bataclan venne trasformato in un cinema) tra gli anni venti e gli anni settanta, era tornato teatro di musica sposando il genere rock.

I giorni dopo l’attentato diversi ragazzi presenti e sopravvissuti all’attacco avevano espresso la volontà di riprendere il concerto interrotto, una forma di rivalsa su chi aveva voluto fare del teatro di Rue Voltaire luogo simbolo dell’odio islamico per la cultura occidentale. Già lo scorso febbraio, qualcuno aveva ventilato una possibile riapertura per l’anniversario dell’attentato, ma poi le notizie a riguardo erano scomparse, oggi finalmente è arrivato il comunicato ufficiale, il Bataclan risorge dalle ceneri e torna ad essere un luogo di culto per gli appassionati di musica rock.

La notizia del concerto è stata confermata pure da Sting che, tramite la sua pagina social ha commentato in questo modo la riapertura del Bataclan: “Nel riaprire il Bataclan abbiamo due missioni da compiere: la prima onorare le vittime di un anno fa, la seconda celebrare la vita e la musica”.