Leopolda, scontri tra polizia e manifestanti anti-Renzi: “Idea premier è folle”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:39

scontrileopoldaLa seconda giornata della Leopolda – l’ormai consueto appuntamento politico di chiara impronta renziana in programma come sempre alla stazione fiorentina – è stata caratterizzata da forti incidenti tra le forze dell’ordine e il corteo dei “No Renzi, no al referendum” che ha provato a dirigersi verso il centro.

Dopo essersi fronteggiati per pochi minuti con il cordone di agenti i manifestanti hanno acceso alcuni fumogeni e hanno iniziato a tirare petardi e molti ortaggi contro i poliziotti. La polizia attestata su via Cavour, ha reagito con una carica verso l’adiacente piazza San Marco dove si erano concentrati i partecipanti.

“Lo abbiamo già detto ieri e lo ribadiamo ora – dicono i manifestanti – non accettiamo il divieto imposto dal questore, il concentramento è previsto per le 15 ed è nostra intenzione arrivare alla Leopolda”.

Per gli organizzatori del corteo, “il presidente del consiglio continua con la sua idea folle verso questa città e verso il Paese che considera il cortile di casa sua”.

Gli organizzatori hanno voluto anche cogliere l’occasione “per annunciare una grande manifestazione il 24 novembre a Roma, con un concerto, musica e parole per dire No alla riforma Costituzionale”.

Tra i manifestanti anche gli esponenti del Comitato contro il salva-banche. Numerosi gli striscioni contro Renzi ed il governo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!