Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Milano, donna morta di parto: un cesareo l’avrebbe salvata

CONDIVIDI

donnamangiagalli

Sarebbe bastato un cesareo a salvare la vita di Claudia Bordoni, 36 anni, morta il 28 aprile scorso nella clinica Mangiagalli di Milano. La povera donna era in attesa di partorire due gemelle, che sono morte insieme alla loro mamma.

A riferirlo è la perizia medico legale disposta dalla Procura di Milano sul corpo della 36enne e depositata dopo oltre quattro mesi di lavoro.

Secondo quanto emerso e denunciato dai familiari di Claudia Bordoni, la ginecologa non avrebbe disposto alcun accertamento specifico e le ostetriche non avrebbero dato l’allarme sulle condizioni della donna, che lamentava dolori lancinanti all’addome: come se non bastasse, la psichiatra avrebbe suggerito una terapia che avrebbe calmato Claudia Bordoni, ma avrebbe anche attenuato i sintomi rendendo più difficile una diagnosi.

Dopo essere stata ricoverata al San Raffaele dal 13 al 20 aprile per delle complicazioni, la donna si era recata nuovamente al pronto soccorso della clinica Mangiagalli il 26 aprile (la sua gravidanza era già stata considerata a rischio, ndr) e il 27 era stata ricoverata. Il giorno dopo è avvenuto il tragico decesso per un’endometriosi, che colpisce il tessuto uterino, come riferito dal medico legale Dario Raniero. 

Claudia Bordoni era incinta di due gemelle: insieme a lei sono morte anche le figlie che portava in grembo.