Cina, damigella d’onore di 28 anni costretta a bere alcol fino alla morte

Il concetto di “damigella d’onore” in Cina è molto diverso rispetto a quello occidentale. Se nei nostri Paesi la damigella è amica intima della sposa, e la accompagna in un momento così importante della sua vita, in Cina invece per questo ruolo vengono ingaggiate (e ben pagate) delle ragazze che si impegnano a bere e a “far sentire a loro agio gli invitati”, capaci di cacciare via quelli più molesti, ma tenute anche a stare “alle regola del gioco”.

damigelleA Wenchang, cittadina cinese, una damigella d’onore di 28 anni è morta dopo essere stata costretta a bere alcol all’inverosimile, incitata dagli altri invitati.
Non è il primo episodio di violenza nei confronti delle damigelle: qualche mese fa una ragazza era stata gettata a forza in piscina durante le nozze di un attore asiatico.

Ricordiamo che, nella tradizione cinese, le damigelle d’onore sono donne ingaggiate per “essere il doppione della sposa” e soprattutto per aiutarla a gestire un evento come il matrimonio. Spetta a loro, insomma, brindare con i numerosissimi ospiti e intrattenerli per evitare di affaticare troppo la sposina. Questa usanza, di origini medioevali, in Cina sembra non essersi molto evoluta. E così ancora oggi ci sono ragazze, damigelle professioniste a pagamento, che sono ingaggiate per bere a volontà e per intrattenere gli ospiti delle nozze. Alcune volte con tragiche conseguenze.