Maltempo: l’Arno s’ingrossa a Firenze, esondazioni e crolli in tutta la Toscana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:47

esondazioneIl maltempo sta causando grossi danni in Toscana, questa mattina (alle 6:30) ad Arezzo, i Vigili del Fuoco e Polizia Municipale sono state allertate a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sulla città causando l’esondazione di torrenti e fiumi (parecchi garage e scantinati erano totalmente inondati). Durante la mattinata, inoltre, il lavoro di riparazione e salvataggio dei pompieri è stato complicato da una pioggia incessante che ha causato il crollo del ponte sul torrente Gavardello.

La situazione non è migliore nelle altre città della regione, Firenze, ad esempio, è in allerta arancione, l’Arno, infatti, si è ingrossato a dismisura raggiungendo il livello della porta della società dei canottieri, la corrente ha trascinato sotto il letto del fiume un auto parcheggiata sul Ponte Vecchio che è stata prontamente recuperata dai vigili con l’ausilio di una gru e del reparto sommozzatori. Il lavoro dei Vigili, però, non si è limitato a questo recupero, in questo momento infatti sono impegnati nel recupero dei mezzi utilizzati nei giorni scorsi per permettere la riapertura del lungarno Serristori (oggi era prevista la commemorazione delle vittime del terrificante diluvio occorso il 4 novembre del 1966).

Particolarmente colpite anche Pisa e Siena: nella prima un platano ha ceduto sopra una macchina causando un incidente in cui le vittime sono rimaste ferite ma non in pericolo di vita, nella città del palio, invece, le forti piogge hanno costretto l’evacuazione di sessanta studenti dalla residenza universitaria Piccolomini, dove, qualche ora prima le violente precipitazioni avevano distrutto il solaio.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!