Ventimiglia, 19enne litiga con i genitori e si getta dal quarto piano

Dramma a Ventimiglia, dove una ragazza di soli 19 anni si è gettata dal quarto piano della palazzina dove abitava per aver litigato con i genitori. La ragazza, Irene Albanese, secondo la ricostruzione dei carabinieri, avrebbe litigato in maniera pesante con i propri genitori qualche istante prima di compiere il dramma. La 19enne si è quindi buttata dalla finestra del quarto ed ultimo piano della palazzina dove viveva con i genitori, a Ventimiglia Alta.

ventimigliaLa ragazza era molto conosciuta nel centro storico della cittadina, dove si esibiva anche come tamburina. L’unico dato di fatto che si sa è che prima della tragedia la ragazza ha avuto un diverbio, per futili motivi, con i suoi genitori: ha lasciato la sala da pranzo dove aveva discusso, si è recata nella camera da letto prima di gettarsi nel vuoto. Sembra che la discussione fosse legata al fatto che la ragazza volesse andare a lavorare a Torino.

Moltissime le persone, parenti ed amici, rimaste sconvolte dalla tragica morte della 19enne: l’intera comunità di Ventimiglia è rimasta turbata dall’inspiegabile suicidio. Dopo la caduta della ragazza il 118 e la Croce Verde Intemelia sono prontamente intervenuti, facendo alzare in volo anche l’elicottero dei Vigili del Fuocoo, arrivato da Genova. Ma purtroppo agli operatori sanitari non è rimasto che constatare il decesso della ragazza, che è morta nell’impatto. Ogni tentativo di rianimarla è stato inutile.