7 Novembre 2016: si festeggia Sant’Ernesto martire

Il 7 Novembre si celebra la memoria di Sant’Ernesto di Zwiefalten,  patrono della Germania.

Venerato da tutte le Chiese che ammettono il culto dei Santi, di questo martire cristiano si sa che era nato, intorno al 1105, a Steißlingen, nella Germania occidentale e che all’età di 20 anni era divenuto abate benedettino di Zwiefalten, oggi un piccolo comune del Baden-Württemberg, nei pressi di Costanza.

Fu abate per 5 anni poi, nel 1146 o 1147, insieme al vescovo Ottone di Frisinga si unì  al disgraziato esercito di Corrado III per combattere  la seconda crociata e liberare la Terra Santa.

I soldati di Corrado infatti, dapprima subirono una pericolosa imboscata dei turchi, nell’Ottobre del 1147 poi, il 1º Gennaio del 1148 in Siria, furono massacrati.

Secondo la leggenda, dalla foggia piuttosto fantasiosa, Ernesto fu catturato dai musulmani in Persia, condotto a La Mecca e costretto ad adorare gli idoli. 

Nella città santa dei musulmani fu torturato e barbaramente ucciso, il 7 Novembre 1148.

Nell’abbazia di Zwiefalten oggi, sull’altare di Santo Stefano, è conservata una antichissima statua di Ernesto e due pitture che lo ritraggono.

Il suo culto in Germania è connesso con la lotta, il valore ed il coraggio e la sua festa, molto sentita in tutta la nazione,  sancisce l’inizio delle vacanze d’autunno.

 

MDM