Maltempo in Lazio, la tromba d’aria a Ladispoli causa 2 morti e 22 feriti

Il maltempo in Centro Italia, nella giornata di ieri, ha causato un bilancio disastroso: almeno due morti e ben 22 feriti a Ladispoli e a Cesano, in Lazio. La tromba d’aria che ieri pomeriggio ha colpito la zona nord di Roma ha lasciato dietro di sé una scia di sangue e di distruzione, terrorizzando, ferendo, distruggendo e purtroppo in due casi anche uccidendo. Le vittime del maltempo di ieri in Lazio sono un giovane indiano, di soli 25 anni, colpito da un cornicione staccatosi dalla chiesa di via Ancona a Ladispoli, ed un maresciallo in pensione, di 74 anni, schiacciato da un albero dentro la sua automobile.

maltempo-tromba-daria-devasta-ladispoli-2-morti-e-22-feritiDue persone sono rimaste ferite in un ristorante di Cerveteri a causa di una vetrata rotta dal vento. Una donna a Fiumicino è rimasta intrappolata nell’auto. A Ladispoli la caserma dei carabinieri è stata aperta dalla tromba d’aria, nella Capitale sono caduti almeno 70 alberi e si sono verificati anche allagamenti, con pesanti ripercussioni sulla viabilità, ma anche sui soccorsi, che tardavano ad arrivare nelle zone che ne avevano bisogno.

In tutto, i Vigili del Fuoco sono intervenuti nella capitale almeno 50 volte. Virginia Raggi, sindaco di Roma, si è subito adoperata per convocare una riunione di emergenza a causa dell’evento eccezionale. Per la popolazione intervistata, sono state scene “apocalittiche”. Numerose case sono state parzialmente distrutte dalla tromba d’aria.