Inghilterra: diciottenne morta per overdose al Boom Town Festival

livvyIl Boom Town Festival è un evento musicale in cui migliaia di giovani si divertono ascoltando musica e condividendo un esperienza intensa con i propri amici, il divertimento spesso coincide con l’assunzione di alcol e droghe, un abitudine troppo diffusa che può portare i giovani ad esagerare ed in alcuni casi alla morte.

La scorsa notte, la diciottenne Olivia Christopher ha assunto una mix letale di droghe che ne ha causato l’arresto cardiaco all’interno della tenda, il suo ragazzo, Daniel Holmes (anch’esso sotto l’effetto di droghe), non si è accorto di quanto capitato prima delle 11 della mattina dopo. quando, cercando di svegliarla, ha capito che la sua fidanzata non respirava più. Il ragazzo terrorizzato ha subito chiamato aiuto ma, all’arrivo dei soccorsi, la bella Livvy (come la chiamavano gli amici) era già morta da diverso tempo.

Il medico legale ha confermato che la causa della morte è stata l’eccessiva assunzione di droghe, la ragazza, ha affermato, come molti della sua età credeva di essere invincibile, che avrebbe potuto assumere qualsiasi quantità di droga e questo l’ha uccisa. Il suo fidanzato ha raccontato agli inquirenti che il giorno prima la sua Olivia aveva assunto marijuana, chetamina, ecstasy ed etizolam ma non contenta, prima di andare a letto, aveva preso anche l’MDMA, proprio queste due sostanze sono quelle che hanno causato l’avvelenamento letale.