Rapina in banca da 49.000 euro, arrestata l’intera banda

rapinabancaLa rapina del 12 settembre scorso era riuscita a fruttare un cospicuo bottino di 49mila euro. Ma la ‘pacchia’ è durata poco: la banda di rapinatori che ha messo a segno il colpo presso la filiale dell’Istituto Bancario Credito Siciliano è stata infatti individuata e arrestata.

I carabinieri di Mazara del Vallo li hanno arrestati in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Marsala. Sono ora ai domiciliari. Si tratta di tre palermitani: Vincenzo Forcieri, di 24 anni, Antonino Sorrentino, di  42 anni e il fratello Maurizio Sorrentino, di 47 anni. L’accusa è di rapina aggravata in concorso ai danni di un istituto di credito.

Lo scorso 12 settembre la banda criminale ha fatto irruzione all’interno della filiale dell’istituto bancario”Credito di Sicilia” di Salemi: dopo aver minacciato di morte il cassiere e bloccato fisicamente il direttore della filiale, i malviventi si sono appropriati di 49mila euro custoditi all’interno della cassaforte della banca e si sono dati alla fuga.

I rapinatori sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza situato nelle vicinanze della banca e dell’istituto di credito: tramite le telecamere, le forze dell’ordine sono facilmente risalite ai mezzi utilizzati per la rapina, una Lancia Y e un camper, quest’ultimo utilizzato per nascondere e trasportare il denaro prelevato dalla banca.