USA, non solo il Presidente: marijuana legalizzata in 5 stati, in Nebraska torna la pena di morte

mariaNon soltanto il Presidente. In molti Stati USA la giornata di ieri è stata caratterizzata anche da altre scelte: su tutte, la legalizzazione della marijuana a scopo medico o ricreativo.

Il primo via libera alla cannabis è arrivato da Florida e Arkansas, che hanno dato l’ok alla legalizzazione della marijuana a scopo medico. Per la legalizzazione a scopo ricreativo si sono espresse favorevolmente California, Massachussets e Nevada: tutti questi Stati vanno ad aggiungersi ad Alaska, Colorado, Oregon, Stato di Washington e Washington D.C., che avevano già dato l’ok in passato.

Legalizzazione sì, ma comunque con restrizioni. La marijuana sarà vietata ai minori di 21 anni, proibita in gran parte degli spazi pubblici e tassata. Le limitazioni saranno presenti anche per i maggiorenni, che potranno possedere fino a 28,5 grammi di cannabis (8 grammi se concentrata) e crescere fino a sei piante per uso privato.

Dalla marijuana al ‘suicidio assistito’: l’Oregon ha detto sì al quesito 106, che permetterà ai malati con 6 mesi o meno di aspettativa di vita di porre fine alla vita.

Infine, la pena di morte. In Nebraska non era più presente dal 1997, ma con il voto di ieri i cittadini di questo Stato hanno deciso di ripristinarla. Stessa cosa hanno fatto i cittadini della California.