Sassari, brucia viva la moglie che voleva separarsi, poi chiama i figli e confessa

Ha ucciso nel modo più orribile la moglie che voleva separarsi definitivamente dopo l’ennesimo litigio, gettandole addosso benzina e accendendo il fuoco, non prima di averla riempita di calci e di pugni. Un fatto terrificante quello avvenuto a Sassari ieri, quando Angela Doppiu è stata uccisa dal marito Nicola Amadu, 65 anni. La donna, 66 anni, da tempo viveva a Sassari con il marito, separati in casa.

sassariL’ennesimo litigio è avvenuto poco dopo le 21, ennesimo, come hanno anche raccontato i parenti, ma questa volta molto più drammatico. Angela Doppiu è stata massacrata di botte dal marito, riempita di calci e di pugni. A questo punto, mentre era ancora viva ma stordita dalle botte, l’uomo le ha versato addosso della benzina e ha acceso le fiamme. Per Angela ogni soccorso è stato inutile: all’arrivo dell’ambulanza chiamata dai figli della vittima, la donna era già morta.

Il 65enne ha quindi chiamato i suoi figli ed ha raccontato loro quello che era successo. I figli hanno lanciato l’allarme, ma era troppo tardi per poter far qualcosa per salvare la madre. Il 118 è arrivato nella zona dove si è consumato il delitto assieme ai carabinieri. Il 65enne è stato bloccato, accompagnato in caserma e quindi arrestato.