Terremoto: forti scosse nel pomeriggio a Macerata, Rieti e Ascoli Piceno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:23

sismografoLo aveva annunciato il Presidente dell’INGV durante una conferenza stampa con i quotidiani stranieri avvenuta qualche giorno fa: “Le scosse continueranno, si attendono eventi importanti“, e così è stato: nella scorsa notte ci sono state delle scosse di assestamento lievi, poi nella mattinata sono state avvertite decine di scosse di media entità tra le Marche, il Lazio e l’Umbria con magnitudo 2 ed epicentro a Macerata, più forti quelle registrate nel primo pomeriggio, una sempre a Macerata (3.6) e l’altra ad Ascoli Piceno (3.1), fino all’ultima registrata qualche minuto fa con epicentro nel reatino.

La scossa di poco fa con epicentro a Rieti e magnitudo 3.3 sulla scala richter è stata avvertita dai cittadini ma anche da tutte le popolazioni terremotate facendo temere nuove gravi ripercussioni, il sisma è stato seguito qualche minuto più tardi da un’altra scossa più blanda (2.0). Al momento non ci sono notizie riguardanti danni a cose o persone, ma l’ennesimo fenomeno sismico si inserisce in uno sciame sismico senza fine che viene percepito costantemente dalle popolazioni che non gli permette di sentirsi al sicuro e riprendere le normali attività. L’INGV continua il suo lavoro di monitoraggio, nel frattempo la protezione civile rimane in allerta visto che è prevista una scossa ancora più forte di quelle che hanno colpito il centro Italia oggi pomeriggio.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!