Crepe dopo il sisma, evacuato palazzo a Roma

palazzoromaLe scosse di terremoto che hanno colpito quella zona di Centro Italia compresa tra le province di Perugia e Macerata hanno provocato danni anche a Roma. Ieri si è deciso di evacuare un’intera ala di un palazzo situato in pieno centro storico, in via Germano Sommeiller, a pochi passi dalla Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.

Dopo un intervento di verifica su alcune crepe comparse nella tromba di una scala, i vigili del fuoco hanno ritenuto necessaria l’evacuazione dell’ala di questo palazzo, alto 5 piani.

I nuclei familiari sgomberati sono 20. Secondo quanto riportato dai vigili del fuoco, le lesioni sarebbero in “crescita continua” e potrebbero essere peggiorate in seguito alle scosse di terremoto del 26 e 30 ottobre scorsi.

La società cooperativa di cui faparte l’edificio evacuato provvederà a nominare stasera stessa un perito con il compito di «eseguire tutti i passaggi burocratici necessari a ridurre al minimo i tempi per il rientro delle famiglie nelle proprie abitazioni». Questa mattina, infatti, è stato effettuato un sopralluogo alla presenza del presidente della cooperativa, Germano Graziani: “Nel tempo abbiamo effettuato serie verifiche sull’edificio, non solo nelle ultime settimane successive al terremoto – ha detto Graziani – E non sono mai emerse situazioni di grave pericolo”.

Intanto, alcune famiglie sgomberate hanno trovato rifugio a casa di amici, mentre altre stanno cercando alloggio negli hotel della zona, che però sembrano essere già tutti pieni.