I genitori la picchiano perchè bisex: Procura apre indagine

VIOLENZA DONNE:TELEFONO ROSA,4 SU 5 IN CASA,1%DA SCONOSCIUTINon potevano accettare che la loro figlia fosse bisessuale, e per questo la picchiavano. E’ il racconto di una ragazza di 20 anni di Rimini, su cui la Procura sta verificando l’attendibilità.

La ragazza ha confessato di essere stata picchiata dai suoi genitori perchè gli stessi hanno scoperto la sua relazione con un’altra ragazza. La coppia avrebbe anche rivolto ingiurie alla figlia, in particolare le avrebbero detto di essere “malata”.

Per questo la madre e il padre della giovane – rispettivamente di 43 e 49 anni – sono stati denunciati a Rimini per maltrattamenti e lesioni sulla figlia di 20 anni dichiaratamente bisex.

A riferire sulla vicenda è la stampa locale, che precisa come la Procura stia indagando a fondo per stabilire la veridicità di quanto raccontato dalla 20enne.

Il tutto è partito da una segnalazione dei medici del 118 che hanno preso in cura la 20enne, dopo che la ragazza ha raccontato, in una crisi di pianto, di essere stata picchiata dai genitori che non capirebbero la sua sessualità.

Ai medici del 118 la giovane avrebbe raccontato numerosi episodi in cui la madre e il padre l’avrebbero presa “a calci e pugni”, urlandole frasi come “non sei normale”, o appunto “sei malata”. Dopo aver scoperto la sua relazione con un’altra ragazza, la coppia avrebbe anche minacciato di morte la figlia 20enne.