Portiere del Lumezzane arrestato in campo: “stalkerizzava” la ex

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11

b264401ded99f5620fb3f522192e5cd8_169_lE’ stato arrestato mentre si trovava in campo con i suoi compagni di squadra per un allenamento. La storia, infelice come tante altre di questo genere, ha per protagonista il secondo portiere della squadra del Lumezzane, compagine che milita nel campionato di calcio di Lega Pro.

Stando alle accuse, Gianmarco Fiory, 26 anni, avrebbe tormentato la sua ex fidanzata, una modella di Pavia, nel tentativo disperato di convincerla a ritornare assieme. Una rottura che il portiere non avrebbe mai digerito, e che lo avrebbe portato a tempestare la ex di messaggi e chiamate, fino al punto di avvicinarla più volte e di tentare di speronarla con l’auto mentre la giovane rientrava a casa dal supermercato. E’ stato questo uno degli episodi che ha convinto la ragazza a sporgere denuncia presso i carabinieri. Adesso, dopo mesi di indagini, Gianmarco dovrà scontare una pena detentiva agli arresti domiciliari.

La relazione tra i due aveva preso avvio mentre il giovane sportivo militava nel Pavia. Prima del suo trasferimento in Valgobbia, il portiere aveva giocato per la Juventus, salvo poi essere ceduto alla Juve Stabia e da li, infine allo stesso Pavia. Era stato proprio in quel frangente che i due si erano conosciuti, mentre lei partecipava ad un programma di Canale 5. Adesso che tutto è venuto allo scoperto, la società del Lumezzane ha voluto rendere noto un comunicato col quale prende ufficialmente atto dell’accaduto: “La società AC Lumezzane, nel prendere atto della restrizione al vincolo dell’obbligo dei domiciliari del proprio tesserato, evidenzia come l’episodio si riferisca alla sfera personale del giocatore ed esuli da aspetti professionali e sportivi. L’AC Lumezzane, inoltre, segnala che i dettagli dell’accaduto non sono, allo stato, conosciuti nella loro interezza. La scrivente società confida altresì che l’attività degli inquirenti possa chiarire le responsabilità del tesserato anche a tutela delle persone offese del reato. La società auspica infine un rapido accertamento dei contorni della vicenda e si riserva di assumere ogni eventuale ed opportuno provvedimento nei confronti del tesserato stesso”.

G.c.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!