Trump intervistato alla CBS: muro di recinzione al confine col Messico, fuori tre milioni di clandestini

Donald Trump ha dichiarato alle telecamere della Cbs, nella sua ultima  intervista, rifacendosi al suo programma elettorale,  una delle sue promesse: la guerra all’ immigrazione clandestina.

310x0_1479055377036-trump

Subito verranno applicate le nuove idee sulla politica dell’ immigrazione di Trump, che prevede  l’epulsione di 2-3 milioni di clandestini con precedenti penali: “Quello che faremo è buttare fuori dal Paese o incarcerare le persone che sono criminali o hanno precedenti criminali, membri di gang, trafficanti di droga”, ha dichiarato, indicando la cifra verso i  due, e rilanciando poi fino a  tre milioni.

Quanto ai cittadini  irregolari, il neo presidente eletto, ha sostenuto che una decisione verrà presa dopo aver reso sicura la frontiera tramite un preciso progetto.

Donald Trump ha inoltre confermato sempre in una intervista alla Cbs, e sarà trasmessa nelle prossime ore, un altro progetto con cui si intende costruire il muro al confine col Messico, precisando che una parte potrebbe essere muro e una parte una “recinzione”, in accordo con quanto proposto dai Repubblicani al Congresso.

Ancora rilancia,  rivolgendosi ai clandestini Trump sempre in prima linea contro la lotta alla clandestinità e alla delinquenza: “Butteremo fuori tre milioni di clandestini”. Confermato, dunque  il muro col Messico, i clandestini e i delinquenti hanno ormai i giorni contati.