Pedo-pornografia online: 5 arresti in flagranza, 30 denunciati. Video ritraevano bambini sotto 10 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:54

La Polizia Postale di Firenze ha portato a termine un’operazione contro la piaga della pedopornografia. Secondo quanto rivelato sono cinque le persone arrestate in flagranza per essere colti sul fatto, ed altre 30 sono indagate. L’inchiesta è stata avviata da mesi ed ha permesso di individuare 120 soggetti fra Europa, Usa, ed America del Sud. I soggetti sono responsabili di aver condiviso nella rete video ed immagini pedo pornografiche che ritraevano bambini anche sotto i dieci anni.

poliziaL’inchiesta nell’orrore è stata condotta dalla Polizia Postale delle Comunicazioni, ed ha avuto inizio verso la fine del 2015, grazie alla segnalazione di un cittadino livornese che aveva scaricato della musica con un programma di live sharing, e si era trovato sul computer quelle orrende immagini. L’attività investigativa è stata condotta sotto copertura, ed ha consentito di ottenere tantissimo materiale che ritraeva le piccole vittime.

Gli investigatori sono quindi riusciti a chiudere il cerchio, incastrando coloro che facevano utilizzo delle turpe immagini. 44 soggetti hanno scaricato almeno 10mila video a contenuto per pornografico. Ci sono stati arresti in flagrante in diverse città, come Roma, Brescia, Ferrara, Venezia ed Arezzo. Le persone arrestate e indagate hanno fra i 30 ed i 50 anni ed appartengono a tutti i ceti sociali. “È un crimine odioso e obbrobrioso”, ha sostenuto il procuratore della Repubblica Giuseppe Creazzo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!